Le Imposte sulla Compravendita (Legge di stabilità 2014)

Nell'ambito del Decreto c.d. "Istruzione" pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, sono contenute alcune modifiche in materia di imposte di registro ed ipocatastali, per i trasferimenti immobiliari dal 2014, che integrano quanto già previsto dal Decreto IMU.

In particolare, per effetto del combinato disposto dei Decreti n. 23/2011 Art.10 e DL 104/2013, Art. 26, dal 2014 la misura fissa dell'imposta di registro e delle imposte ipocatastali passa da € 168 a € € 200:

L'imposta di registro per l'acquisto della prima casa passa dal 3% al 2%, mentre quella relativa agli altri trasferimenti immobiliari è fissata al 9% (in luogo delle precedenti aliquote variabili dall'1% al 15% e dell'imposta fissa di € 168).

Per i trasferimenti soggetti alle nuove aliquote le imposte ipocatastali sono dovute nella misura ridotta di € 50.

Pubblichiamo qui di seguito una tabella semplificata con le nuove imposte sulla compravendita in vigore dal 2014:


  PRIMA CASA SECONDA CASA
ACQUISTO DA PRIVATO
Imposta di registro 2 % * 9 %
imposta catastale fissa € 50 € 50
imposta ipotecaria fissa € 50 € 50

ACQUISTO DA IMPRESA COSTRUTTRICE (o di ristrutturazione) con lavori teminati ENTRO cinque anni
IVA 4 % 10 % **
imposta di registro fissa € 200 € 200
imposta catastale fissa € 200 € 200
imposta ipotecaria fissa € 200 € 200

ACQUISTO DA IMPRESA COSTRUTTRICE (o di ristrutturazione) con lavori teminati OLTRE cinque anni
IVA - -
imposta di registro 2 % 9 %
imposta catastale fissa € 200 € 50
imposta ipotecaria fissa € 200 € 50

* l'imposta di registro è del 9% se la casa è di lusso, cat. A/1 - A/8 - A/9

** l'IVA è del 22% se la casa è di lusso, cat. A/1 - A/8 - A/9


NOTE

L'imposta di Registro viene calcolata sul valore catastale dell'immobile (PRIMA CASA: rendita catastale x 115,5; SECONDA CASA: rendita catastale x 126)


Dal 2007 è possibile detrarre fiscalmente ai fini Irpef (nella misura del 19%) i compensi corrisposti agli intermediari immobiliari per l'acquisto dell'unità immobiliare da adibire ad abitazione principale. La detrazione è fruibile per un importo comunque non superiore a € 1.000,00 e la possibilità di portare in detrazione questa spesa si esaurisce in un unico anno d’imposta. Se l’acquisto è effettuato da più proprietari, la detrazione, nel limite complessivo di € 1.000,00, dovrà essere ripartita tra i comproprietari in ragione della percentuale di proprietà.


“Una tradizione che si rinnova da 40 anni.”
Per saperne di più su Immobiliare Lucania


IMMOBILIARE LUCANIA

SEDE AMMINISTRATIVA: P.le Corvetto, 3
20139 Milano - Italia

UFFICIO COMMERCIALE: Viale Lucania, 2
20139 Milano - Italia
info@immobiliarelucania.com

Tel: +39 0255212429